Home » Aree di attività » Project Financing

Project Financing

Asseverazione Project Financing

L’asseverazione nel Project Financing attesta la coerenza economico-finanziaria di un piano economico-finanziario, le condizioni per l’equilibrio economico, la capacità del project financing di generare flussi adeguati e la possibilità di realizzare l’opera con capitali privati.

La società fornisce il servizio di asseverazione del piano economico finanziaro, in ogni caso in cui tale attestazione venga richiesta, ed in particolare:

  • per la presentazione di proposte a norma dell’art 183 comma 15 D. Lgs. 50/2016;
  • per la partecipazione a gare, qualora il bando preveda la predisposizione di un piano economico finanziario asseverato da una banca o da una società di revisione.

 

Può pregiudicare negativamente l'esito della gara di project financing una asseverazione di business plan rilasciata da una società di servizi (ex. art. 106 D.lgs 385/93) non costituita da un istituto di credito. L'articolo 183, comma 9 del Dlgs 50/16 (codice degli appalti) dispone infatti che "Le offerte devono contenere [...] un piano economico finanziario asseverato da un istituto di credito o da società di servizi costituite dall'istituto di credito stesso ed iscritte nell'elenco generale degli intermediari finanziari, ai sensi dell'articolo 106 del decreto legislativo 1º settembre 1993, n. 385". 

I soggetti abilitati al rilascio dell'asseverazione del piano economico sono esclusivamente: 

 

  • Gli Istituti di credito;
  • Le società di revisione iscritte nell'elenco del ministero ai sensi dell'art. 1 legge 23 novembre 1939 n. 1966;
  • Le società di servizi ai sensi dell'art. 106 D.lgs 385/93 costituite da un istituto di credito;

 

Relativamentre al piano economico le ipotesi attestate riguardano:

  • gli investimenti (importo complessivo, periodo di realizzazione e ripartizione temporale);
  • la gestione (dinamica dei costi e dei ricavi espressi in modo dettagliato ed analitico);
  • i flussi di cassa (giorni di pagamento e incasso, IVA sui ricavi, acquisti ed investimenti);
  • la copertura finanziaria dell’investimento (apporto di mezzi propri, rapporto debt/equity, eventuali contributi pubblici, canoni attivi o passivi);
  • la redditività e la bancabilità del progetto.

La richiesta deve essere corredata dalla bozza di convenzione e da tutta la documentazione facente parte della proposta. 

Il business plan deve essere possibilmente predisposto analiticamente su singoli fogli di lavoro excel.